“Libera l’acqua”: un doppio inno per San Giorgio

Libera l’acqua” un video che vi invitiamo a guardare su youtube. In questo periodo pre-referendum potrebbe essere un inno al voto. Per gli abitanti di San Giorgio, invece, potrebbe avere un doppio significato. Doppio in quanto alla valenza referendaria si potrebbe affiancare anche quella legata al “malinconico silenzio delle fontane” di piazza Marconi. Ricordate quando l’acqua scorreva liberamente?”, scrivevamo poco tempo fa, “Tutte le volte che passerai per piazza Marconi, ricordati della foto che vedi sulla nostra testata e fai quello che senti giusto nel giorno del referendum“. Per un contributo ancora precedente, invece, ti ri-inviamo al post “il malinconico silenzio delle fontane … ed altro!” del 31 marzo 2011: “Il virgolettato … riportato è tratto dal foglio di informazione dell’Amministrazione Comunale di San Giorgio “Il Comune informa” del 5 giugno 2010 … Tra i lavori di sistemazione era prevista anche “la sistemazione del cedimento pavimentazione nella zona fontane”, cedimento cui è forse da attribuire il malinconico silenzio delle fontane, mai sentite gorgogliare se non per il tempo necessario a verificare che lo zampillo scaturisse. Speriamo che non passino lustri prima che lo zampillo assuma un andamento regolare e costante e confidiamo pertanto nella solerte e assidua vigilanza dell’Assessore ai Lavori Pubblici presso la ditta CME affinchè tutte le opere elencate nel periodico di informazione siano al più presto, e felicemente, ultimate.”

 

Annunci

Informazioni su insiemepersangiorgio

https://insiemepersangiorgio.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a “Libera l’acqua”: un doppio inno per San Giorgio

  1. Lamberto Curatolo ha detto:

    Quattro SI
    Andare a votare, il 12 e 13 giugno, è importante.
    Importante per tutti noi che vogliamo dare un futuro ai nostri figli e a chi verrà dopo di loro: un futuro senza centrali nucleari (rispettando quanto gli italiani avevano già affermato al referendum del 1987),
    Importante per avere un futuro in cui l’acqua sia un bene comune, pagata a tariffe eque, e non un prodotto in mano a pochi.
    Importante per evitare che la legge sia uguale per tutti ma non per chi vuole evitare di farsi giudicare in un’Aula di tribunale.
    Questo è il mio personale appello a tutti coloro che non hanno ancora deciso se partecipare al referendum.
    Un caro saluto a tutti
    Lamberto Curatolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...