1500, il numero verde anti-caldo

Da ieri è attivo il numero verde 1500 del ministero della Salute per informare i cittadini sulle misure di prevenzione da adottare e su cosa fare in caso si verifichino problemi dovuti al caldo. Si affianca al sistema di allerta nazionale meteo-climatico con il coordinamento del Dipartimento della Protezione Civile in grado di prevedere l’arrivo di condizioni meteo a rischio per la salute, con un anticipo di 72 ore, sufficienti per attivare interventi di prevenzione ed alle campagne di informazione ”dedicate”. Sono queste le iniziative messe in campo dal ministero della Salute per far fronte alle “ondate di calore”.

Ecco dodici semplici regole degli esperti del ministero della Salute per affrontare la calura estiva con intelligenza:

– Non di uscire di casa nelle ore più calde (dalle 11 alle 18);

– Bere almeno due litri d’acqua al giorno;

– Consumare pasti leggeri e frazionati durante l’arco della giornata e, in particolare, mangiare quotidianamente frutta e verdura fresche; fare attenzione alla corretta conservazione degli alimenti deperibili;

– Evitare di bere alcolici e limitare l’uso di bevande contenenti caffeina. Limitare l’attività fisica intensa soprattutto nelle ore più calde;

– Indossare indumenti leggeri, non aderenti, di fibre naturali, di colore chiaro; proteggere la testa dal sole diretto con un cappello e gli occhi con occhiali da sole;

– Durante le ore del giorno schermare le finestre esposte al sole diretto mediante tende o oscuranti esterni regolabili come, ad esempio, persiane o veneziane;

– Mantenere chiuse le finestre durante il giorno e aprirle di sera quando l’aria esterna è più fresca;

– Se necessario, abbassare la temperatura corporea con bagni e docce evitando, però di utilizzare acqua troppo fredda e di bagnarsi subito dopo il rientro da ambienti molto caldi, perché è potenzialmente pericoloso per la salute;

– Se necessario, rinfrescare gli ambienti in cui si soggiorna con ventilatori o condizionatori, seguendo alcune regole. Non posizionare il ventilatore troppo vicino alla persona e non utilizzarlo in caso di temperature superiori ai 32°C ed in ogni caso bere molta acqua per evitare il rischio di disidratazione;

– Prestare particolare attenzione alla corretta conservazione domestica dei farmaci;

Il ministero della Salute invita anche a prestare sempre molta attenzione alle persone più vulnerabili che vivono in casa come bambini molto piccoli, anziani con malattie croniche, persone non autosufficienti e di prendersi cura dei vicini di casa anziani che vivono da soli. In caso di bisogno la prima persona da consultare è il proprio medico di famiglia o la guardia medica. Nei casi di emergenza chiamare il 118.

Annunci

Informazioni su insiemepersangiorgio

https://insiemepersangiorgio.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...