“Dragon’s beer” una festa trasversale

A “Dragon’s beer fest” conclusa da qualche giorno, continuano le testimonianze che confermano l’ennesimo successo dell’ennesima edizione di una delle più belle “feste della birra” della provincia, caratterizzata dalla (rara) coesistenza festosa tra giovanissimi, giovani, adulti ed anziani.  E’ proprio questa singolare trasversalità che ci fa amare la manifestazione sangiorgina: ciascuno “al suo posto” (per lo più i “grandicelli” in cucina ed i “giovincelli” al servizio) in simpatica convivenza. Di seguito qualche stralcio dall’ottimo articolo su “Libertà” di Silvia Barbieri: “Rock a gogò, declinato tra band di spicco e talenti da valorizzare, sulla forza delle cover ma anche sulle scommesse di testi e musiche che potrebbero spiccare il volo. È questa la formula magica che anche quest’anno ha decretato il successo pieno della Dragon beer fest di San Giorgio, chiusa lunedì con l’ultima di cinque intense serate al centro sportivo. Il sigillo finale è arrivato dalla Vascombriccola, una tra le più rinomate tribute band del grande rocker di Zocca. … La  cavalcata sfrenata tra gli immortali successi del Basco è stata aperta da un’altra sfornata di pezzi celeberrimi e conosciuti dal grande pubblico: il repertorio di Max Pezzali e degli 883, interpretato da 11 Street Band. La serata si è quindi impennata, pezzo dopo pezzo, coinvolgendo i presenti: impossibile non cantare o non muoversi a ritmo di musica, sorseggiando una birra fresca. Merito anche delle due voci sul palco, che hanno saputo interpretare al meglio i propri beniamini (Rossi e Pezzali) non solo vocalmente ma anche come presenza scenica. … Giovedì gli organizzatori hanno concesso spazio a gruppi musicali piacentini emergenti, quali 88Trash, More Than Waves e Via Libera. Venerdì i Dragon’s Brothers hanno schierato un pezzo da novanta come Poggipollini, lead guitarist del Liga, che ha portato a San Giorgio il suo progetto da solista Caos Cosmico. L’ottima performance live di Capitan Fede è stata introdotta da Simone Fornasari, che ha confermato in Valnure di avere ormai un nutrito seguito di estimatori e di essere pronto a conquistare nuove mete. Discorso identico vale per il quintetto piacentino Erica’s, padrone del palco nel primo spicchio di serata di domenica. La loro musica, dopo la svolta sull’italiano, è sempre più grintosa e in ascesa: ottimo antipasto per i collaudatissimi Animali Rari, che non deludono mai le aspettative e che anche a San Giorgio hanno regalato tanta carica ed energia.
Di assoluta qualità, frizzante e irriverente insieme, è stata anche la proposta degli Antani Project di sabato sera. La maxi band è sbarcata in Valnure con un convincente e applaudito show a base di successi rock e ska, forte del ritmo dettato dai fiati presenti in formazione. Da non dimenticare anche i Last Minute Live, giovanissimi ragazzi della provincia che hanno aperto la serata di sabato.
Insomma, un successo. L’undicesima edizione della Dragon fest non poteva andare meglio”.

Annunci

Informazioni su insiemepersangiorgio

https://insiemepersangiorgio.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...