L’amministrazione sta aspettando di capire, gli altri fanno.

Su “la Cronaca” di oggi una bella pagina titolata “Fondi sbloccati ma i Comuni fanno fatica. Patto di stabilità, sindaci divisi tra soddisfazione e preoccupazione:«Investimenti rinviati»” ospita gli interventi dei vari sindaci dei Comuni interessati e, in fondo, uno sconcertante raffronto con le dichiarazioni provenienti da San Giorgio (ove il budget, per gli amanti dei numeri, è meno della metà di quello di Podenzano). Ognuno dice la sua, ad esempio: il sindaco di Gossolengo Angela Bianchi dichiara: «L’anno scorso la Regione ci aveva concesso di sbloccare una somma ingente per la realizzazione della scuola materna. Quest’anno, a fronte di una richiesta di oltre 150mila euro, ne abbiamo potuti “liberare” poco più di 55mila. Ma è comunque un risultato soddisfacente»; il sindaco di Podenzano, Alessandro Ghisoni dice: «La decisione della Regione è di sicuro positiva per il comune. Sbloccheremo oltre 145mila euro, anche se la richiesta presentata ammontava a 251mila euro. Detto questo credo sia importante valutare come negativo il fatto di bloccare risorse all’interno delle casse comunali per lavori già svolti»; l’articolo prosegue così: “San Giorgio, dove l’Amministrazione sta aspettando di capire quali sono stati i criteri secondo i quali la Regione ha deciso lo sblocco dei fondi, potrà contare su 60mila euro”.

Le risorse per la provincia di Piacenza

 

Annunci

Informazioni su insiemepersangiorgio

https://insiemepersangiorgio.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...