Parco-giochi a S. Giorgio: una vergogna che dura da 3 anni

sullo sfondo, dietro il solito "nastro adesivo" il drago da 10.000 Euro

Era il 4 marzo del 2010 (duemilaDIECI!!!) e il quotidiano Libertà titolava “San Giorgio, sit-in di genitori in municipio «Parchi-gioco invivibili, servono risposte»“, riportando il “grido d’allarme” lanciato da varie famiglie del paese: ” I parchi giochi e le aree verdi di San Giorgio dedicate ai bambini sono in pessime condizioni: manca un’adeguata manutenzione, certe strutture (non riparate) possono risultare persino pericolose e la maleducazione dei padroni di molti cani complica ulteriormente la vita di mamme e piccoli.”. Uno dei portavoce aveva dichiarato: “Vogliamo che gli amministratori attuali prendano coscienza del problema, che sappiano che per noi è importante affrontarlo e ci aiutino a trovare una soluzione. I nostri giardini e parchi giochi sono indecenti: rovinati, mal tenuti, pericolosi, pieni di escrementi di cani. L’importante è che in Comune capiscano che per noi questa situazione è fondamental”.

Era il 04/03/2010. E’ PASSATO UN ANNO E 8 MESI.  Leggiamo su “Libertà” di ieri: ” «Quel giardino è in pessimo stato» – San Giorgio, critiche di alcune mamme
sull’area verde davanti alle scuole. Il sindaco Tagliaferri: «Ma perché non
vengono a parlarne in Comune?»  Nell´area verde uno spazio di cemento
rivestito da mattonelle in parte rotte – SAN GIORGIO – «Scarse condizioni
igieniche e problemi di sicurezza nell’area verde dei giardini pubblici
davanti alle scuole». A denunciarlo è un gruppo di mamme di San Giorgio che preferisce rimanere anonimo. Secondo il loro racconto, il piccolo parco (che
ogni giorno viene utilizzato dagli studenti sia durante
la ricreazione, sia dopo la mensa) presenta alcuni problemi aperti, già più
volte segnalati dagli stessi genitori agli uffici comunali. Accuse che però
l’amministrazione respinge. «I giochi sono danneggiati e ai piedi dello
scivolo si trova un quadrato di sabbia dove è possibile ritrovare escrementi
di gatti e cani. I bambini arrivano a casa da scuola con gli indumenti
sporchi e impregnati di feci, con rischi anche per la salute. Nell’erba –
aggiungono – è presente un quadrato di cemento rivestito da mattonelle ormai
staccate e rotte, che risultano altamente taglienti e che non sono mai state
rimosse». Secondo le mamme, ci sarebbe poi anche un problema di pulizia: «I
contenitori dei rifiuti sono molto piccoli e sempre stracolmi. Abbiamo
chiesto all’ufficio tecnico e ci è stato detto che il giardino viene pulito
e i bidoni svuotati 2 volte alla settimana: ma non è così». Una di loro –
riferiscono – si sarebbe persino «ridotta a pulire personalmente e a portare
in municipio i sacchetti colmi di rifiuti». «Abbiamo chiesto – raccontano
ancora – cestini più grandi, e la risposta è stata: arriveranno ad aprile
2012». Le famiglie allora si chiedono come mai, invece, il giardinetto
davanti all’ingresso dell’ufficio tecnico, recentemente inaugurato, presenti
«aiuole favolose stracolme di piante anche molto costose». «Per completare
l’opera – incalza una mamma – è stata inserita anche una composizione di 3
metri che rappresenta un drago e costa oltre 10mila euro: hanno detto che è
stata regalata da un cittadino. Ci sembrano spese pazzesche, come già se ne
fecero, anni fa, per la sistemazione dell’ufficio tecnico: non sarebbe
meglio preoccuparsi prima dei bambini che sprecare risorse in spese
secondarie? ». «Sono più di tre anni – insistono – che chiediamo di
sistemare questo giardino, è l’unico (in paese ce ne sono altri otto) che
versa in queste condizione pessime». L’elenco delle rimostranze è lungo:
pavimentazione pericolosa, cocci di ceramica, pozzetti con buche nei quali i
bimbi possono cadere, alberi tolti e mai ripiantumati, schegge di legno nei
giochi, sabbia sporca. E una considerazione sopra le altre: «Non possiamo
scegliere se portarli o no in quel giardino, perché è quello della scuola e,
quindi, ogni giorno centinaia di studenti lo frequentano: ma è pericoloso».
«Non ci sono cancelli: i bambini possono allontanarsi durante l’intervallo o
qualche malintenzionato potrebbe entrare». «Anche per evitare che i padroni
portino i cani, l’amministrazione dovrebbe mettere cartelli». «Ho sempre
ascoltato tutti i cittadini – è la replica del sindaco Giancarlo Tagliaferri
– che avessero problemi da evidenziare, ma queste mamme non sono
mai venute da me e non posso contattarle, visto l’anonimato. Le invito a
venire, io e gli assessori siamo disponibili a parlare con le persone».

Annunci

Informazioni su insiemepersangiorgio

https://insiemepersangiorgio.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Parco-giochi a S. Giorgio: una vergogna che dura da 3 anni

  1. Piero ha detto:

    Chi ha notato in occasione dell’ultima edizione della Festa del Fungo a S. Giorgio il sindato ha fatto tagliare e mettere in ordine ogni aiuola parco pubblico del paese, non credevo ai miei occhi, non ero abituato a quello scenario.
    Ora dico non é meglio tenere in ordine in modo “decente” tutto l’anno le aiuole e i parchi giochi ?
    Piuttosto che farlo maniacalmente un solo fine settimana all’anno.
    Non é questo un chiaro segnale che dimostra quanto sia meglio la “facciata” verso il mondo esterno piuttosto che la “consistenza” di tutti i giorni nei riguardi dei sangiorgini ?
    Meditate, meditate cari amici.

  2. Catone ha detto:

    bravissimo il Sindaco a spostare il problema, sollevato dalle mamme, dall’inefficienza della sua amministrazione al fatto che l’anonimato gli impedisce di contattarle per accogliere le Loro lamentele. Caro Sindaco, cominci a rispondere ai suoi cittadini sul questioni che le vengono sollevate, ricordi che lo stipendio o i gettoni di presenza le derivano dalle nostre tasse, i sui assessori, come li chiama Lei, assenti sulle problematiche importanti, quali le recenti vicende della scabbia, dovrebbero rispondere sui giardinetti?
    Catone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...