Basta agguati, no ai velobox!

«Basta agguati con i “velobox”». Nel corso dell’ultimo Consiglio provinciale il sindaco di Pianello Fornasari (centrodestra) parla di insufficiente coordinazione tra le varie parti in causa ed i sindaci dei Comuni interessati e, in sostanza, di provvedimenti che penalizzano i cittadini. L’intervento fa il paio con quanto recentemente affermato dallo stesso consigliere provinciale e riportato dai media locali: “La Provincia non deve autorizzare quei velobox. Basta “agguati” contro gli automobilisti”. Quest’ultimo discorso era per lo più diretto nei confronti della recente installazione a Borgonovo di 4 “velobox” lungo 4 direttrici provinciali (anche se su suolo comunale) all’ingresso del paese e, rilevava Fornasari, “il posizionamento dei nuovi rilevatori sta creando un grande allarme, direi una vera preoccupazione sociale”, parlando di “veri e propri agguati cui occorre dire basta”. «Ricordo – aveva anche affermato Fornasari – che ogni giorno si spostano centinaia di persone. Queste persone hanno l’obbligo di rispettare i limiti di velocità, ma anche il diritto di viaggiare senza ansie e soprattutto il diritto di non essere uno strumento per fare cassa. La mia domanda è: a cosa servono questi strumenti? Sono utili alla sicurezza degli automobilisti e degli abitanti oppure servono per rimpinguare le casse degli enti pubblici? Chiedo che la Provincia, prima di autorizzarli, valuti bene quale sia la loro funzione e soprattutto che questo venga chiarito ai cittadini unitamente a come questi velobox devono funzionare. Occorre che sia presente una pattuglia dei vigili oppure no? Finché su questi punti non ci sarà chiarezza invito la Provincia a dire no a questi strumenti. Un “no” che vuole anche dire basta agli “agguati” contro gli automobilisti e questo non solo a Borgonovo, ma in qualsiasi altra parte del territorio». Leggi anche gli articoli correlati

Annunci

Informazioni su insiemepersangiorgio

https://insiemepersangiorgio.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Basta agguati, no ai velobox!

  1. in riferimento all’articolo apparso in data 27.01.12 sull’opportunità o meno di installare “velobox” mi permetto di esprime re un parere. L’utilità ai fini preventivi è evidente, nel momento in cui viene individuata l’area interessata e predisposta la segnaletica, quella zona è certamente da considerarsi più sicura, rendere ben visibile la postazione dovrebbe servire da deterrente per tutti coloro che non vogliono incorrere in una pesante sanzione, come prevedono le norme del Codice della Strada, pur riconoscendo che nulla si potrà fare per interrompere la condotta illecita qualora l’automobilista, in spregio di normative o avvisi, ignori la segnaletica.
    Dopo numerosissimi articoli che hanno evidenziato i modi, più o meno aderenti alle normative, con cui si è inteso fare prevenzione, l’applicazione di adeguati strumenti di rilevazione e deterrenza, sui limiti di velocità, potrebbero centrare l’obiettivo.
    grazie, Giovanni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...