La vita (e l’inverno) è fatta di priorità …

Su “Libertà” di ieri è apparsa una lettera, che vi riproponiamo in fondo, nella quale un cittadino si lamenta del fatto che gli alberi di Natale posizionati in giro per il paese non sono ancora stati rimossi. Senza voler entrare nella polemica, ci sentiamo di dire che, al di la di tutto, il vero problema ATTUALE di San Giorgio è l’impraticabilità di molte strade e di moltissimi marciapiedi …

la lettera:

Gentile direttore, come cittadino di San Giorgio vorrei fare alcune considerazioni riguardo un articolo apparso su Libertà il primo febbraio* nella pagina Valnure in cui il presidente dell’Associazione Terre del Drago giustificava il ritardo per la rimozione e nuova sistemazione degli abeti usati a livello decorativo per le solite feste natalizie. Nell’articolo si diceva: “Saranno tolti e sistemati nel giro di qualche giorno gli abeti utilizzati per Natale”. Ebbene in data 06/02/2012 questi abeti sono ancora nella medesima posizione, coricati a terra in piena visibilità da chiunque, con possibile danneggiamento anche grave per le piante stesse, compromettendo una loro futura messa a dimora. E’ corretto precisare che la segnalazione da cui è nato l’articolo è arrivata in redazione da parte della consigliera Cristina Busca. Sempre nel medesimo articolo il presidente dell’associazione sangiorgina dichiarava: “Dovevamo togliere gli alberi già oggi ma visto le avverse condizioni meteorologiche lo faremo nei prossimi giorni, ci scusiamo ma la nostra associazione è fatta di volontari.. ” in più: “le piante sono state precauzionalmente posizionate su un fianco perchè erano a rischio ribaltamento e non volevamo certo che si potessero abbattere sui passanti”. Per la sicurezza dei cittadini e dei passanti è un paradosso la sistemazione soltanto ora delle piante a terra, perchè per tutto il mese di dicembre le piante stesse erano in altezza nel loro vaso e il pericolo era uguale e anche maggiore considerata la presenza delle classiche e inutili luci natalizie. Mi sembra abbastanza tragicomico il loro concetto di tutela dei cittadini, si sperava forse nella clemenza del Natale per non far cadere le piante sui passanti? Io stesso alla fine delle feste natalizie guardando la situazione indecorosa in cui versavano le piante, avvisai tramite telefonata un rappresentante dell’ associazione Terre del drago, proponendo il mio impegno a mie spese per la rimozione e futura (ma urgente) messa a dimora in un terreno adeguato degli abeti in questione, la risposta molto cordiale è stata la seguente: “Le piante le abbiamo donate al comune di San Giorgio e sarà compito del comune stesso (come promesso) la messa a dimora in un terreno di proprietà comunale, il tutto nell’ arco di qualche giorno”. E’ passato circa un mese e nulla è stato eseguito, e a mio avviso si tratta proprio di incompetenze e disinteresse a riguardo, ed è giusto ricordare a tutti che le piante hanno un valore, sono fonte di vita e meritano rispetto assoluto. Il comune ha il compito di tutelare il bene pubblico, ha il compito di salvaguardare l’ambiente in cui viviamo e ha il compito di rispettare i cittadini e le associazioni che operano nell’ interesse della collettività. E’ il classico spreco delle amministrazioni. Lorenzo Filippi San Giorgio

* di seguito l’articolo del 01.02.2012 citato dal Sig. Filippi:

san giorgio I commercianti giustificano il ritardo

«Saranno tolti entro pochi giorni i pini decorativi usati per Natale»

Saranno tolti e sistemati nel giro di qualche giorno i pini utilizzati nelle scorse settimane a fini decorativi per il Natale e ancora presenti a San giorgio. Lo fa sapere il presidente dell’associazione commercianti Terre del Drago in risposta a una
segnalazione giunta in redazione e accompagnata dalla foto a fianco. «Dovevamo togliere gli alberi già oggi, ma viste le avverse condizioni meteorologiche, lo faremo nei prossimi giorni. Ci scusiamo ma la nostra associazione – sottolinea Mauro Groppi – è fatta da volontari e dobbiamo riuscire a coordinare le forze umane e i mezzi necessari per trasportare le piante». Comunque sia, nel giro di una settimana al massimo gli ormai ex alberelli di Natale saranno spostati in un’area che il Comune – tramite l’ufficio tecnico – ha messo a disposizione dei commercianti. La speranza dell’associazione è quella di poterli conservare nei vasi e utilizzare anche il prossimo anno. «Due piante, quelle più grandi – fa sapere ancora Groppi – sono state precauzionalmente posizionate su un fianco perché, a causa del vento dei giorni scorsi, erano a rischio ribaltamento e non volevamo certo che si potessero abbattere sui passanti o sulle auto in sosta». Rispetto alla segnalazione assicurano che non c’è quindi nessuna disattenzione da parte delle istituzioni o dei commercianti, ma solo un lieve ritardo nelle operazioni di spostamento, oltre alla volontà di non creare problemi di sicurezza. L’iniziativa delle Terre del Drago, tra l’altro, è stata molto gradita dagli abitanti di San giorgio.

Annunci

Informazioni su insiemepersangiorgio

https://insiemepersangiorgio.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...