Il Concordia San Giorgio sommerso dalla neve

Un paese sommerso dalla neve e dal ghiaccio. La neve viene rimossa davanti a un centro commerciale (vedi foto a destra). Le rimanenti strade, ghiacciate, provocano uscite fuori strada (vedi foto a sinistra). Capitano & ciurma: siete a bordo? Che state facendo?

Annunci

Informazioni su insiemepersangiorgio

https://insiemepersangiorgio.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a Il Concordia San Giorgio sommerso dalla neve

  1. Pietro ha detto:

    Caro consigliere Cosimo Madaghiele, nelle more di una sua risposta, ho cominciato ad assumere informazioni sulla pratica relativa alla “cartellonistica abusiva”, considerando che non ho trovato luoghi in cui “pulire fuori dalle scuole alla prossima nevicata”, come da lei suggerito, le sottopongo alcune considerazioni che vorrei mi commentasse:
    1) Chiunque diffonda messaggi pubblicitari, visivi od acustici, riconducibili ad attività economiche (anche occasionali) in luoghi pubblici, aperti al pubblico o da tali luoghi percepibili, è tenuto al pagamento dell’imposta e alla presentazione della relativa dichiarazione.
    2) L’imposta si determina in base alle caratteristiche, all’ubicazione, alle dimensioni (in mq.) ed al periodo di esposizione della pubblicità che si intende realizzare.
    3) L’avvenuto pagamento dell’imposta non esime l’interessato dal munirsi preventivamente di tutti i permessi, autorizzazioni o concessioni previsti dalle norme e dai regolamenti in materia di pubblicità.
    Pietro

  2. Pietro ha detto:

    Caro consigliere Cosimo Madaghiele, devo dedurre che il mio intervento non le sia gradito, attendo con impazienza, come da lei auspicato, un confronto sugli argomenti in trattazione la neve, i cartelli abusivi ecc.; hanno pubblicato da giorni la mia risposta al suo invito è da giorni attendo con impazienza un suo parere, le ricordo che in qualità di Amministratore i Sangiorgini si aspettano delle risposte, se l’argomento della cartellonistica abusiva non fosse di suo gradimento mi faccia qualche altra proposta, comunque “salga a bordo, c….”
    Pietro

  3. Antonino Baldi ha detto:

    Con l’arrivo della neve gli animi dei San Giorgini si sono scaldati.
    Premesso che ognuno è libero di esprimere la propria opinione, in merito a quanto si è detto e scritto in questi giorni sul sito di Insieme per San Giorgio, vorrei fare alcune riflessioni, condivise da alcuni abitanti del nostro paese non più giovani ma, proprio perchè tali, fonte di esperienza e suggerimenti, senza però soffermarmi sulle sterili polemiche dei soliti noti.
    Se guardiamo a quanto è successo in Italia, il nostro territorio è stato investito dal maltempo in modo leggero, ma non per questo bisogna abbassare la guardia, anzi occorre prevenire e pianificare il da farsi, facendo tesoro dei problemi affrontati e risolti nel passato e accettando quelle critiche costruttive che non devono essere intese come persecuzione, ma come incitamento al miglioramento.
    Partendo dal senso civico che tutti noi dobbiamo avere, da sempre i marciapiedi, quando nevica, devono essere puliti dai condomini delle abitazioni e solo i luoghi pubblici, in quanto tali, sono a carico dell’Amministrazione Comunale che provvede allo sgombro della neve e alla messa in sicurezza con il sale, la sabbia ecc.
    La domanda da farsi è dunque se gli Amministratori Comunali avevano predisposto un piano neve. Da giorni ci si aspettava una recrudescenza meteorologica e a quanto pare non è stato fatto abbastanza.
    Due operai per un comune vasto come San Giorgio forse sono pochi, e di certo non possono fare miracoli. Gli spartineve allertati e gli spargisale evidentemente non possono coprire tutto il territorio nel medesimo momento. Andavano forse potenziati?
    L’ultima considerazione, ma non per questo meno importante è se era stato predisposto un piano di emergenza preventivo con la Protezione Civile?
    A San Giorgio esiste ancora la Protezione Civile Bassa Val Nure che ha dato piena disponibilità, per intervenire là dove vi fosse stata necessità, ma a quanto ci risulta il presidente Maghenzani non è mai stato contattato.
    Come si può dedurre, la responsabilità del mancato funzionamento della macchina di pronto intervento contro la neve è l’Amministrazione Comunale, che, pur potendo avvalersi della collaborazione di risorse “straordinarie” come le associazioni di volontariato, per fronteggiare l’eventuale emergenza, non ha ritenuto necessario farlo.
    Detto questo non ci sentiamo di colpevolizzare nessuno, in quanto chi era sul campo ha fatto il proprio dovere. Rimane il rammarico del mancato intervento delle associazioni di volontari che avrebbero potuto portare un consistente sollievo alle persone più anziane e fronteggiare eventuali criticità.

  4. Pietro ha detto:

    Caro consigliere due interventi ravvicinati, dopo anni di silenzio, succederà qualcosa di grosso; lasci perdere Alemanno, per nuotare nello stagno grande è troppo presto, dovrebbe ascoltare di più i “chiacchieroni da bar”, certamente ci troverebbe anche qualche suo elettore.
    Io non devo proporre soluzioni e tantomeno propormi come volontario, lei invece SI, lei è quello che si è messo in gioco, si è candidato ed è stato pure votato, quindi è lei che deve dare soluzioni e se essere contestato, la disturba, può sempre abbandonare la nave.
    Se proprio dovessi trovarmi un’ occupazione, diversamente da quello da lei suggerito di pulire davanti alle scuole, preferirei ripulire il paese dai cartelli abusivi, è d’accordo?

  5. Claudio ha detto:

    Ma leggo male io o mi sono perso qualche passaggio? Cosimo Madaghiele non fa parte della redazione di “Insieme per San Giorgio”? A San Giorgio le strade sono pulite o no? Sig. Dott. Ing. Curatolo lei avrà sicuramente una risposta.

    • lamberto curatolo ha detto:

      Gent.le sig. Claudio. Se questa sera le strade sono pulite o no lo vada a chiedere al suo faraonico padrone o al suo mirabile divo del bunga bunga. Per il futuro, chiedete consiglio agli zampilli della fontana stuprata che con il loro grande potere possono annunciarvi la prossima nevicata oppure fidatevi dei segni premonitori interrogando le stelle nei profondi cieli slovacchi.
      Un caro saluto

      • Carlo San Nicolò ha detto:

        Ormai vedo che ne ha fatto una questione personale però non riesco a capire i riferimenti al “faraonico padrone” ed al “divo del bunga bunga” che secondo me con la neve non ci azzeccano nulla quindi me li spieghi.
        Per quanto riguarda la fontana credo che le sue parole si giudicano da sole.
        Sig. Dott. Ing. Curatolo vada avanti per la sua strada che il tempo (non quello metereologico) la giudicherà.

        • Claudio ha detto:

          Visto che ho provato a vedere come reagiva con un nome diverso le dico che a Carlo ha risposto più cordialmente che a Claudio la scorsa volta ho capito che ne fa una ragione esclusivamente personale.
          Ora che risponde a Carlo?

          • lamberto curatolo ha detto:

            Gent.le Sig Claudio dalle numerose crisi di identità.
            Purtroppo devo confermarLe che la sua problematica psichica è di difficile diagnosi. Io faccio l’ingegnere e non lo psicoterapeuta, per cui le posso essere di poco aiuto.
            Tuttavia le faccio notare che io appartengo al gruppo di minoranza consigliare che si chiama “Insieme per San Giorgio” ed in questo momento tale gruppo si colloca all’opposizione. Se Lei è tanto contento dell’operato dell’amministrazione Tagliaferri non ha che da andare in Comune e comunicare a Tutti questo suo punto di vista. Stia sereno e soprattutto tranquillo che questo consigliere comunale non ha proprio nulla in contrario. Io la penso diversamente, e ritengo di essere libero di manifestare tale punto di vista.
            Per il resto, le sue sciocchezze parlano per Lei.
            Un caro saluto

  6. Pietro ha detto:

    Caro consigliere, finalmente; non pensavamo facesse ancora parte della nostra comunità, non l’abbiamo vista prendere posizione su NULLA e oggi scende come un marziano a raccontarci che “Cristo è morto di freddo”, credo che lei, nell’affermare: “credo che il nostro fosse uno dei più puliti” ha certamente confermato quello che penso da tempo, lei vive in un altro paese.
    Comprendendo le ragioni che la spingono ad appoggiare il sindaco, avere un esercizio commerciale è comunque una buona ragione, diversamente sarebbe anche tenuto ad appoggiare il suo schieramento che in questi anni ha sottolineato, quando si è reso necessario, i disagi dei Sangiorgini stimolando l’Amministrazione ad una soluzione; consigliere “torni a bordo, cazzo”
    Pietro

    • Madaghiele Cosimo ha detto:

      Caro signor Pietro le posso assicurare che io vivo proprio a San Giorgio e purtroppo per lei sono spessissimo in giro nel paese dove abito; la neve ha sicuramente arrecato dei disagi un pò a tutti ma questo non significa che il nostro paese era impercorribile, come forse lei pensa. Se da consigliere dovessi attaccare l’amministrazione nascondendomi dietro ad una nevicata sarebbe davvero ridicolo. Non scendo su questi livelli di dibattito “politico” abbiamo già avuto il caso Alemanno, e sinceramente è stato penoso vedere per 5 giorni in tv lo scarica barile delle responsabilità tra protezione civile e Comune di Roma. Il lavoro di un consigliere non è, suo malgrado, invocare una nevicata con la speranza che il personale preposto alla pulizia non sia in grado di ripulire le strade ed avere cosi elementi per colpire chi amministra in quel momento.Questa amministrazione ha molte colpe tra cui l’inerzia nella soluzione dei problemi della piazza, ma ancora una volta non credo che lei sia appassionato ai problemi che il nostro paese possa avere, piuttosto è il classico chiacchierone da bar, che si nasconde dietro anonimato e si guarda bene dal proporre soluzioni a problemi sia per l’amministrazione sia per la minoranza. A proposito resto a sua disposizione per ulteriori chiarimenti anche in forma privata e non anonima, oppure dimostri d’aver a cuore il suo paese, magari aiutando i volontari a pulire fuori dalle scuole alla prossima nevicata, saluti Cosimo Madaghiele

  7. Madaghiele Cosimo ha detto:

    Rispetto a molti altri comuni della provincia che ho dovuto attraversare questa mattina, credo che il nostro fosse uno dei più puliti, gli incaricati alla pulizia delle strade erano già attivi alle prime luci dell’alba, mentre gli operai del comune ormai vivono sul camion spargisale da circa dieci giorni, purtroppo sono solo in due ed il nostro comune, comprese le frazioni, è molto vasto per solo due persone; un ottimo lavoro credo sia stato svolto anche nei pressi degli edifici scolastici e degli asili, almeno per quanto concerne le vie d’accesso. Voglio ringraziare inoltre i volontari che oggi hanno pulito parte della piazza con pale e badili, peccato che fossero sole tre persone.
    Cosimo Madaghiele

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...