Tangenziale S.Polo-S.Giorgio: il lupi perdono il pelo, ma non il vizio

di Gianni Quaratino

Sulla rubrica delle lettere del quotidiano locale di ieri è apparsa una risposta, a firma del Presidente del Consiglio Provinciale Roberto Pasquali, a quanto avevo esposto il giorno prima, sullo stesso giornale, a proposito della mancata inclusione della mia interrogazione sullo stop dei lavori alla “tangenziale di San Polo” nell’ordine del giorno del Consiglio del 26 p.v.. Riporto volentieri tale risposta, seguita dalla mia replica: “non è mio costume rispondere alle provocazioni pubblicate nella rubrica “Libertà di parola” ma questa volta faccio un’eccezione in quanto non intendo essere accusato ingiustamente da un Consigliere e soprattutto non accetto si dichiari il falso: non posso dunque esimermi dal rispondere con la verità. Faccio presente al Consigliere dottor Giovanni Quaratino in modo chiaro che l’interrogazione (a cui lui fa riferimento) è stata presentata e protocollata in data 19.3.2012 (lunedì) e non venerdì come da lui asserito; inoltre l’ordine del giorno era stato già concordato con il Presidente Trespidi, firmato e passato per la spedizione. Se su un problema così importante si vuole far polemica io ci sono e se effettivamente l’interrogazione fosse stata presentata venerdì sarebbe stata regolarmente inserita nell’ordine del giorno. Sulle richieste inserite nell’interrogazione, il Consigliere dott. Quaratino può star tranquillo che non resteranno lettera morta in quanto i disagi dei pendolari, degli anziani e degli studenti stanno molto a cuore a questa Amministrazione Provinciale: la testimonianza è l’impegno che sta mettendo in campo il Presidente Trespidi a favore dei pendolari. Sarà mia cura chiedere all’Assessore Bursi ed ai funzionari provinciali qual è la situazione e rendere edotti gli utenti e i lettori preoccupati. Roberto Pasquali. Presidente del Consiglio Provinciale”.

La mia replica:

Premesso che non ho “accusato” il Presidente del Consiglio Provinciale e premesso che anch’io condivido appieno col Presidente Pasquali l’intenzione di non accettare dichiarazioni “false”, devo innanzitutto confermare che l’interrogazione in oggetto è stata consegnata venerdì scorso: non sono in possesso di registrazioni video della consegna, ma penso che chiunque, andando alla pag. 34 di “Libertà” di sabato scorso potrà leggere la notizia della consegna dell’interrogazione in oggetto e, quindi, rendersi conto di come stanno le cose: l’interrogazione è stata consegnata in tempo, come richiede il regolamento. Detto questo, se c’è stato qualche ”disguido” (uso il termine anche come eufemismo) in seguito al quale le richieste dei tanti cittadini preoccupati sono state di fatto così rimandate a tempo (per ora) indeterminato (magari facendo così comodo a qualcuno), non posso che far notare quanto ho già segnalato passato per strani “ritardi” anche molto più cospicui, come ad esempio quello che ha portato l’amministrazione provinciale, il 3 ottobre del 2011, a rispondere ad un’altra mia interpellanza (presentata il 29.09.10) dopo più di un anno (letto bene: un anno!) dalla sua presentazione. Questa non è volontà di fare polemica. Questo è il classico lupo che perde il pelo ma non il vizio“.

Annunci

Informazioni su insiemepersangiorgio

https://insiemepersangiorgio.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Tangenziale S.Polo-S.Giorgio: il lupi perdono il pelo, ma non il vizio

  1. Zorro ha detto:

    cara Agnese, fosse sufficiente intimare di “vorrei vedere finita la tangenziale” sarebbe troppo bello e facile, in un paese dove lo sport nazionale è “fottere il prossimo” gli interessi dei cittadini viene all’ultimo posto. Il recente scandalo del tesoriere della Lega Nord la dice lunga, i lavori della tangenziale è solo uno dei problemi, l’augurio è quello di vederli finiti e soprattutto con la spesa prevista.
    Zorro

  2. magistrali agnese ha detto:

    fate quello che ho detto grazie

  3. magistrali agnese ha detto:

    vorrei vedere finita la tangenziale s.polo crocetta che è al 90% ultimata ci sarebbe solo di fare la coppa rotatoria della crocetta finire il sotto passo di turro e bitumare la strada che stata gia preparata con le macchine schiaccia sassi se aspettiamo ancora un po di tempo tutto va in deperimento allora pres trespidi di dia da fare anticipi i soldi come provincia poi quando sara’ rinnovata l’appalto con anas a favore di centro padane sara risarcito ho trovi le il modo di trovare
    una colletta da parte della camera di commercio i soldi ci sono fate il modo di concludere
    grazie

  4. Zorro ha detto:

    giusta osservazione sui lavori della tangenziale di San Polo, in tempi di crisi con la benzina a quasi , anzi senza quasi, 2 euro al litro procrastinare la riapertura del sottopasso della strada di Turro quanto costa al cittadino? forse non vi rendete conto di quanti chilometri in più si devono percorrere per aggirare il disagio della strada chiusa di Turro; qualche associazione di consumatori dovrebbe considerare un’azione legale collettiva per risarcire i cittadini della mancata apertura della strada nei tempi indicati dal cartello. siamo alle solite . . . in Italia no cambia nulla
    ZORRO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...