Unione Valnure-Valchero e inchiesta “occhio vigile”: qualcosa in più comincia a passare …

Ieri abbiamo postàto, con il titolo “Inchiesta giudiziaria “occhio vigile” e Unione Valnure-Valchero: se ne parla stasera (non ieri…)” il nostro disappunto in merito ad una eccessiva “sintesi” che aveva connotato un articolo del 5 u.s. che trattava di un comunicato-stampa col quale tutti i consiglieri d’opposizione di San Giorgio informavano di un’inchiesta giudiziaria, che sta coinvolgendo un consulente dell’Unione Valnure-Valchero ed altri soggetti, tutti ritenuti responsabili a vario titolo dei reati di associazione per delinquere finalizzata alla “turbata libertà degli incanti, corruzione, falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici“. Su “Libertà” di ieri è poi apparso “qualcosa in più”, che volentieri riportiamo in stralcio di seguito:

Si riunisce questo pomeriggio, a Podenzano, alle ore 18.45, il consiglio comunale dell’Unione Valnure e Valchero. … La seduta si chiude con l’esame di un’interrogazione presentata da Lamberto Curatolo. Il consigliere chiede chiarimenti sulle possibili conseguenze per l’Unione degli sviluppi dell’inchiesta “Occhio vigile” portata avanti dai carabinieri di Frosinone e che ha coinvolto anche comuni lombardi: «Abbiamo appreso che il comando di Frosinone ha dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale, nei confronti di sette persone ritenute responsabili di reati di associazione per delinquere finalizzata alla “turbata libertà degli incanti, corruzione, falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici“. Secondo l’ipotesi accusatoria, gli arrestati, attraverso la preparazione e gestione delle procedure di gare per la fornitura, installazione e gestione di sistemi per la sicurezza urbana e per la disciplina del traffico urbano, nonché dei servizi di gestione e riscossione delle contravvenzioni, riuscivano a pilotare gli appalti pubblici verso società amiche». Dallo stesso comunicato della Procura di Frosinone, prosegue Curatolo, «si apprende che nella stessa indagine è coinvolto anche il titolare della ditta di consulenza per la sicurezza urbana cui lo scorso anno era stato affidato l’incarico fiduciario di progettazione e cura del bando per l’installazione dell’impianto di videosorveglianza attualmente in uso nei Comuni dell’Unione. Inoltre, l’impresa che aveva vinto il suddetto appalto per l’istallazione del sistema è proprio la stessa che è stata accusata dagli inquirenti di aver vinto gli appalti oggetto di indagine».

Annunci

Informazioni su insiemepersangiorgio

https://insiemepersangiorgio.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...