A S. Giorgio la sede di Unione Padana

La sede locale di Unione Padana attualmente è a San Giorgio, in via Genova 20/a. Il segretario provinciale è Luigi Ferraroni, la vice, nonchè segretaria cittadina è Cristina Busca Re e l’addetto stampa è Enzo Varani. Una forte connotazione sangiorgina, quindi, per il movimento, presentato di seguito con stralci da un articolo sul sito di “indipendenza” e da un articolo di Gabriele Faravelli su “Libertà“. Rispettivamente:

Nella sala Perlasca della provincia di Piacenza è nata ufficialmente la sezione provinciale Unione Padana Piacenza, ad ufficializzare l’apertura ed a presentare il direttivo provinciale, Giulio Arrighini segretario Federale. Presenti vari iscritti Piacentini e non, del movimento, Giulio Arrighini ha spiegato che : “Unione Padana sbarca in Emilia, costituendo a Piacenza la sede provinciale, grazie al dinamismo di Ferraroni Luigi, Varani Enzo, Podestà Luca, Busca Cristina per riprendere il percorso per l’indipendenza e garantire la difesa dei diritti e del futuro di tutti i Padani secondo le linee tracciate da Gianfranco Miglio e gli ideali che portarono molti di noi ad inizio anni ’90 ad intraprendere battaglie indipendentiste”. Successivamente è intervenuto Luigi Ferraroni neo segretario provinciale che ha dichiarato: “Siamo molto emozionati per l’avvio ufficiale di questa esperienza a Piacenza, anche se i cittadini conoscono la nostra attività già da qualche settimana. Abbiamo già fatto tanto, dall’operazione trasparenza nel comune di Piacenza per cui siamo già arrivati alla prima vittoria, alla stessa operazione che stiamo portando avanti in provincia, ed appena avremo la documentazione dei rimborsi dei consiglieri, la renderemo pubblica. Abbiamo preso posizione sui profughi libici a Piacenza e sull’idea della costruzione di una moschea sul territorio piacentino. Condividiamo con Unione Padana la priorità per il territorio che per noi si traduce in prima Piacenza e prima i piacentini”. Durante la presentazione Luca Podestà, segretario della sezione di Caorso e candidato alla segreteria regionale Emilia Romagna, spiega che: “Abbiamo iniziato l’attività dopo esserci incontrati il 16 settembre scorso sul Po, al ponte della Becca, oggi il primo bel risultato dell’ufficializzazione di Unione Padana a Piacenza”. Unione Padana Piacenza annuncia anche il nome di Cristina Busca, segretario cittadino di Piacenza e vicesegretario Provinciale: “Il mio compito è quello di portare l’apporto femminile al movimento, sono una persona di poche parole, ma credo, di molti fatti. Non è vero che non si può più fare nulla per mancanza di soldi, con la buona fede e la volontà (cose più unica che rara) si può fare ancora moltissimo”. In conclusione è intervenuto anche il consigliere provinciale Enzo Varani, addetto stampa del movimento: “La più grande rivoluzione è agire in politica con onestà, coerenza e trasparenza. Siamo determinati ad andare avanti,  a mantenere  tutte le promesse fatte ed a far capire quanto l’Italia ci deruba da sempre”!

– – –

 Difendere il territorio e le identità piacentine e sostenere l’indipendenza
economica del nord Italia. È su questi principi che nasce ufficialmente Unione
padana Piacenza, movimento politico che fa capo all’Unione padana
nazionale.
Attivo già da alcune settimane con una serie di iniziative di
propaganda sul web, il neo partito locale ha così deciso di uscire allo
scoperto, su decisione dei suoi rappresentanti: il segretario provinciale Luigi Ferraroni, la sua vice e segretaria cittadina Cristina Busca Re, il segretario di Caorso Luca Podestà e l’addetto stampa Enzo Varani. I quali hanno presentato
il nuovo movimento ieri mattina nella sede della Provincia, alla presenza del
segretario nazionale Giulio Arrighini. Con un eloquente manifesto, che recita
“Dalla Padania all’Italia 56 miliardi ogni anno” sopra il simbolo del partito,
un cerchio con fondo blu contenente nella parte superiore, in bianco, la scritta
Unione padana e nella parte inferiore il semicerchio bianco con croce rossa.
«Questo, in sintesi, è il senso del nostro movimento indipendentista – ha
spiegato Arrighini – che nasce da un percorso iniziato nel 2001 con la
fuoriuscita dalla Lega di alcuni elementi come me che hanno voluto creare un
punto di riferimento alternativo per la gente. Ci siamo così stretti intorno al
giornale “L’Indipendenza” e realizzato alcune sedi in regione, da Bologna a
Rimini, che dimostrano la bontà del progetto». Che si concretizza attraverso la
«madre di tutte le battaglie», ovvero «la questione settentrionale. Bisogna
smettere di saccheggiare le risorse del nord per finanziare un’unità d’Italia
che si basa su un assistenzialismo pagato da pochi». Ma il movimento locale ha
anche in mente alcuni punti chiave che riguardano Piacenza. «Vogliamo difendere
il nostro territorio e la nostra identità – ha detto Ferraroni – mettendo un
freno all’immigrazione perché Piacenza è la citta emiliana con più
stranieri».
Altri due capisaldi, come ha aggiunto la Busca Re, saranno «la
famiglia e i giovani, si devono recuperare risorse per permettere loro di fare
carriera in Italia e non costringerli ad andare all’estero». E sulla questione
delle Province, «preferiremmo andare con la Lombardia, ma sembra che si andrà
con Parma. L’importante è che non veniamo messi in secondo piano».
La sede locale di Unione padana attualmente è a San giorgio, in via
Genova 20/a. Chi volesse contattare i rappresentanti può telefonare a Enzo
Varani o scrivere una e-mail a up. piacenza@live. com.

01/11/2012

Annunci

Informazioni su insiemepersangiorgio

https://insiemepersangiorgio.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...