Scandalo “occhio vigile”: novità romane

Appalti e gare truccati per l’acquisto di sistemi di videosorveglianza ed altri impianti tecnologici per favorire persone ed aziende “vicine”. Si tratta di un collaudato copione che porta, questa volta, lo scandalo ad interessare, forse, persino il Ministero degli Interni, tirato in ballo da un esposto anonimo presentato alla procura di Roma, che ha aperto un’indagine su presunti illeciti nella gestione di appalti e aste per l’acquisto di impianti tecnologici. In una ventina di pagine l’esposto punta il dito contro Nicola Izzo, vice capo della Polizia, reo di aver truccato appalti e gare per l’acquisto di sistemi di videosorveglianza, software per le centrali operative, gestione del “numero unico ” della sicurezza, etc. L’anonimo accusa anche i vertici della Polizia di aver fatto mobbing su Salvatore Saporito, il vicequestore suicidatosi in caserma il 31 marzo 2011 e coinvolto nell’indagine della procura di Napoli sugli appalti per la realizzazione del Centro elaborazione dati, che si sarebbe opposto al “sistema-appalti”. Per il momento gli inquirenti si sarebbero limitati a una serie di accertamenti preliminari e non ci sarebbero ancora indagati.

Annunci

Informazioni su insiemepersangiorgio

https://insiemepersangiorgio.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...