Talpa-gate: “Fraintendimenti”, “malintesi” & “giochi di prestigio”.

“Fraintendimenti”, “malintesi” e “giochi di prestigio“. Un nuovo capitolo sulla vicenda “Talpa-gate” a San Giorgio. Era il lontano 13 dicembre 2010 quando postavàmo “Chiediamo di sapere ufficialmente se l’amministrazione comunale  di San Giorgio intende costituirsi parte civile nella triste e grave vicenda della ‘talpa di San Giorgio’ “. Si trattava, in sintesi, della domanda al primo cittadino Giancarlo Tagliaferri contenuta in una interrogazione depositata all’epoca in Municipio dai consiglieri del gruppo d’opposizione “Insieme per San Giorgio” in merito alla vicenda che, era scritto, “ormai da tempo sta turbando un paese che mai in passato era assurto alla cronaca giudiziaria con notizie di tale inaudita gravità”. “il Sindaco ha il dovere politico di informare su alcuni aspetti che, di certo, non costituiscono segreto. Sono state spiate comunicazioni istituzionali con privati o con altri enti? In caso positivo: chi è stato vittima della situazione trovandosi a sua volta intercettato?”. Tali domande erano anche in funzione della possibile esistenza di altre “parti lese o comunque portatrici d’interesse” che, si proseguiva, “hanno diritto di sapere, e presto”. Al sostanziale silenzio dell’amministrazione comunale erano seguite varie indiscrezioni, notizie di stampa e post, tra i quali vi ricordiamo il seguente del 13.06.12: S. Giorgio, inchiesta “talpa-gate”: una perizia scagionerebbe Varani . Torna sulla vicenda un articolo sul quotidiano cittadino di ieri, a cura di Malacalza, che di seguito vi riportiamo: “Era stato battezzato come la “talpa” di San giorgio, dopo
che il sindaco Giancarlo Tagliaferri lo aveva accusato di essere entrato nella
sua casella di posta elettronica. Fatto che era costato all’allora assessore
Enzo Varani la consegna delle deleghe politiche giovanili, ambiente,
agricoltura, territorio e turismo. Ora, in vista dell’udienza fissata per il 19
novembre, si intravede una schiarita nei rapporti. Varani, che oggi ricopre il
ruolo di consigliere provinciale come Unione Padana, dopo aver lasciato la Lega
Nord, ha chiesto pubblicamente scusa al primo cittadino, che, quindi, potrebbe
decidere di ritirare la querela. Ma sul fatto né il sindaco Tagliaferri né il
suo ex assessore aggiungono alcun commento. Il consigliere, come riportato da
Libertà, scrive di avere il “dovere di chiarezza e di trasparenza”,
accenna al “rispetto degli elettori” e sottolinea di voler dare “il giusto posto
alla realtà delle cose”. Si dice “dispiaciuto” e, più che di errore o colpa,
parla di “fraintendimenti” e “malintesi”. «Nei confronti del sindaco di San
giorgio, Giancarlo Tagliaferri, ribadisco non essere mai
stata mia intenzione creare qualsivoglia problema o approfittare di qualcosa»
scrive Varani, che non nega il fatto, ma lo riconduce nell’ambito di quella che
chiama “buona fede”. «Non ho mai negato che vi siano stati degli accessi da
parte mia nella posta elettronica del sindaco e intendo precisare che tali
accessi sono stati effettuati ritenendo che ciò fosse consentito anche ad altri.
Non posso che scusarmi, nei confronti della collettività, degli amministratori e
del sindaco, con la piena convinzione di aver agito in buona fede»
conclude.
Sul fatto, si era aperto un processo a Piacenza, di fronte al
giudice Maurizio Boselli. Varani era accusato di violazione della privacy e
intromissione fraudolenta della casella di posta elettronica del primo cittadino
di San Giorgio. A seguito della denuncia contro ignoti del
sindaco, infatti, la polizia giudiziaria aveva identificato in Enzo Varani la
“talpa” amministrativa. Da qui il rinvio a giudizio e il processo. Le indagini
sono state condotte dalla Procura della Repubblica di Bologna, che aveva
delegato il pubblico ministero Monica Versini a sostenere l’accusa di fronte al
giudice Boselli. Varani è difeso dall’avvocato del foro di Piacenza Stefano
Piva. La vicenda era partita nell’ottobre 2010, quando il sindaco denunciò
un’intrusione nella sua casella di posta elettronica. Meno di un mese dopo,
Varani aveva lasciato l’incarico in Comune. Ieri, le scuse e la mano tesa a
Tagliaferri.

Annunci

Informazioni su insiemepersangiorgio

https://insiemepersangiorgio.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...